“Continuano i tentativi di censura contro Fratelli d’Italia, unica opposizione rimasta in Italia. Perché “Domenica In” rifiuta di dare spazio a Giorgia Meloni e alle sue opinioni? Perchè ogni settimana nella trasmissione più importante del pomeriggio domenicale del servizio pubblico viene dato ampio spazio alla voce del governo senza mai concedere all’opposizione un contraddittorio? Come mai la direzione di Rai 1 risponde che il leader dell’opposizione non può essere invitata perchè i politici non ci sono ma i dati dell’Agcom dimostrano che partecipazioni come quelle di Rocco Casalino sono conteggiate come spazio riservato al m5s? Domenica in non è di proprietà del governo o del movimento cinque stelle. Fratelli d’Italia ha presentato in commissione vigilanza una interrogazione: chiediamo una risposta tempestiva prima della fine di questa stagione a senso unico. La Rai è pagata da tutti, il pluralismo è dovuto!” lo dichiara Daniela Santanchè, senatore di Fratelli d’Italia e capogruppo in Vigilanza Rai

Comments

comments